Quelle meravigliose “vacanze di lavoro”

“Buona vacanza!” Ci dicono spesso alla partenza.
Vacanza si, basta avere un po’ di immaginazione. La vacanza delle corse forsennate di quando arrivi la sera stanca, sfinita e con le gambe doloranti in albergo. Quando parli tutta la giornata (in tre lingue, tutte malissimo!) e ti porti in spalla per 6 ore 18 cataloghi,2500 biglietti da visita e 36 gadget. La vacanza di quando ogni minuto é calcolato e se qualcosa va storto devi avere il piano B,C e D pronti in un secondo. Quelle che ti si stringe il cuore a guardare le città bellissime in cui sei, dal finestrino di un taxi.
Le vacanze che non importa quanti gradi sono: se devi fare una bella foto alla camicia che indossi, metti in conto anche una bronchite.
Perché é Lavoro, e a noi piace farlo bene.
Stanche ma con il sorriso, chiudiamo un’altra meravigliosa vacanza di lavoro.