Non sarà la carriera della vita, ma è comunque una gran figata

Da piccola risparmiavo la paghetta per comprare Vogue.

Avevo dei raccoglitori con le pagine trasparenti,avete presente quelle ad anelli,porta documenti? Ci inserivo le pagine che strappavo dalle riviste di moda dei look che mi piacevano. (Vogue peró no,non l’ho mai strappato!).

Non so se la nostra strada sia scritta o interessi,passioni e inclinazioni siano solo frutto delle esperienze;se dipendano esclusivamente dal nostro vissuto e dall’educazione ricevuta o se ci sia davvero qualcosa di innato. Di sicuro io credo andrebbero sempre assecondate. Magari non porteranno alla “carriera della vita” ma di certo ci sentiremmo tutti più completi.

Penso ci siano delle cose verso cui ognuno di noi è naturalmente orientato. Gli studi e le esperienze possono modificare il nostro modo di approcciarci alle passioni ma è sbagliato non dar loro il giusto peso,peggio ancora soffocarle.

Mia madre credeva avrei fatto l’avvocato, di certo non dava importanza a quei raccoglitori pieni di fogli di giornale.

Non ha sempre assecondato le mie passioni ma non ne ha nemmeno mai ostacolato lo sviluppo,di questo le sono sempre stata grata.

Io dal canto mio non mi sono mai posta obbiettivi irraggiungibili ma ho modellato la mia vita sulla base dei miei interessi. Ho sempre cercato l’equilibrio,diciamo così,tra l’utile e il dilettevole.

Di sicuro, posso dire di non avere rimpianti.