Prima di partire per un lungo viaggio

“Prima di partire per un lungo viaggio
Porta con te la voglia di non tornare più”

Queste valigie sono forse la prima cosa che ho portato nel primo Kaki, quel piccolo (e diciamolo onestamente, malmesso) temporary shop in Corso Matteotti a Chiaravalle.
È stato importante e significativo. Devo molto a quel periodo di inesperienza e tanta precarietà (tanta,tanta,tanta) ma di certo non lo rimpiango.
Molti vestiti e quattro vecchie valigie. Vi fa capire come tutto ha avuto inizio.
Un po’ di strada ne abbiamo fatta, loro probabilmente più di me.
Sono ancora, come allora, tra gli oggetti che preferisco del negozio e mai me ne priverei. Centinaia di volte me ne hanno chiesto l’acquisto. Ho sempre rifiutato e sempre spero rifiuterò.
Ci sono cose il cui valore affettivo supera quello effettivo e ogni quantificazione diventa impossibile. Mi succede con i vestiti, i libri, gli oggetti che ho toccato e vissuto, ai quali ho legato anche un solo ricordo nel tempo. Diventano parte della mia storia e di me.
Queste valigie rappresentano un lungo percorso e una storia particolare. A tratti difficile, ma comunque meravigliosa.
Quando le guardo immagino i tanti viaggi affrontati con chi le ha possedute prima e a quanti altri ne affronteranno con me.
Quando le guardo penso che la cosa più importante sia proprio il viaggio, la ricerca, il percorso. Nel lavoro e nella vita, in senso fisico ma anche e soprattutto figurato. Penso che non vorrei mai fermarmi e mai tornare indietro.
Quei bagagli sono ancora tutti da riempire.
Quando le guardo mi sembra sempre,ancora, di dover partire per qualche lungo,bellissimo viaggio.