Quelle belle giornate

Ho conosciuto il Sig. Luciano a Verona.

Passeggiando incrocio il suo sguardo, mi sorride e si avvicina discreto un po’ imbarazzato. Chiede di potermi fare una foto scusandosi “Perchè sai, uno non sa mai gli altri come possono reagire”.

Ha gli occhi buoni il Sig. Luciano, di quelli gentili che parlano da soli e io a questa cosa ci ho sempre un po’ creduto.

Accetto entusiasta e comincio a correre con la bici per tutta la piazza ridendo.

Il Sig.Luciano ride forse più di me.

Alla fine ci salutiamo augurandoci buona giornata.

Poi, almeno per me, lo è stata. Una delle migliori degli ultimi anni. Spero tanto lo sia stata anche per lui.

Ci sono brave persone al mondo.

Un po’ nascoste a volte ma in fondo “non si vede bene che col cuore. L’essenziale è invisibile agli occhi”.