Il mantra del risveglio

Qualche giorno fa ho ricevuto un messaggio su Instagram, c’era scritto “Non ti conosco però mi dai la sensazione di una di quelle persone speciali…Che fanno bene nella vita delle persone.”

Che fanno bene nella vita delle persone.

Mi ha colto un po’ di sorpresa, e lasciato sospesa.
Ammetto di aver guardato lo schermo del telefono per qualche istante senza sapere cosa fare. Nè cosa pensare.
Della responsabilità (e relativa paura) che sento da questi microfoni che internet mette a disposizione, vi parlo spesso.
Questa è stata una di quelle volte in cui quella responsabilità l’ho sentita tutta, pesante.
Ho risposto a quella persona (speciale lei) con tutta la gratitudine e umile riconoscenza che sentivo in corpo.
Poi ho respirato e scritto la frase su un foglietto.
Ho preso quella frase come “risveglio”. Mi sono data l’abitudine di ripetermela la mattina, ogni mattina, appena sveglia.
Io non so cosa faccio nella vita delle persone, secondo me spesso più danni che bene ma una cosa la so. Per certo.
Sono, perché voglio esserlo, e scelgo ogni giorno di essere, una brava persona.
Questo spero di mostrare agli altri e mi basta. Perché è già tantissimo.