Sul podio della felicità

Non di abiti ma di gentilezza, abbiamo bisogno.

La bimba di una nostra cliente oggi mi ha portato questo. Erano state in negozio qualche giorno fà e “Ci siamo sentite a casa.” Mi ha detto. “Voi ci regalate momenti così piacevoli, che ricambiare con un pò di altra gentilezza ci sembra il minimo”.

É così che ho sempre immaginato e avrei voluto il mio negozio. Un luogo di confronto e scambio, prima che un luogo di acquisto. Un posto soprattutto in cui sentirsi a casa, in cui ricevere e poter ricambiare uno scambio umano.

Questo è il negozio che volevo, ora ci siamo proprio dentro.
Oggi dal gradino della felicità non mi sposta nessuno.