Semina bene. Raccogli meglio.

Nel 2010 aprii l’ecommerce. Mi chiedevano “E quindi che lavoro fai?”.
Non capivano. 🧐
Dicevo alla segretaria di scrivere le mail alle clienti come fossero amiche.
Non capiva bene neanche lei, però mi assecondava. (Santa Sabrina 🙏🏻)
Nel 2012 ho aperto il primo negozio. Avevamo vestiti coloratissimi, biciclette appese, libri in mezzo ai vestiti e scattavo foto tutto il giorno.
Dicevano che era un negozio strano.
Seguivo corsi di fotografia e di marketing.
“Non serve studiare tanto per vendere in un piccolo negozio, pensa ad alzare la serranda” mi dicevano.
Non capivano. 🤷🏻
Nei social alternavo post delle vacanze,di mio figlio, al ristorante e della mia quotidianità, a quelle del negozio.
Aggiunsi &Me al logo nel 2015.
Mi chiedevano “Perché parli della tua vita privata e non solo dell’attività!? A chi vuoi che interessi?”
Non capivano. 👀
Quando andai in banca a chiedere un finanziamento, nel business plan inserii una descrizione della crescita nei social network dell’ultimo anno.
La direttrice mi chiese “E i follower cosa sono?”
No, decisamente non capiva. 🤦🏻‍♀️
Decisi di indossare io i capi da mostrare online.
“Ma tu non sei una modella, non è professionale” Sentito dire mille volte.
Non capivano. 🙇🏻‍♀️
Quando trasferimmo il negozio, nel 2017, trasformai il magazzino in ufficio open-space con una sala pose per le foto e una zona relax con una cucina.
Qui ammetto che mandai in confusione l’intero paese.
🤯😂

Ad essere incompresi ci si abitua, a restare fermamente convinti che l’intuizione che hai in testa sia giusta, è cosa più difficile.
Io ci sono rimasta aggrappata ed è la scelta migliore che potessi fare.

Tenetele strette le idee, curatele e poi seminatele tutte.
Nasceranno un giorno quei frutti buonissimi che adesso immaginate solo voi.

kakiandme #morethanastore